Verdi's Giovanna d'Arco opens La Scala season

Riccardo Chailly conducts La Scala opening opera Giovanna d'Arco.

7 Dec-10 Jan. The new La Scala season opens with Giovanna d'Arco, one of Verdi's less well-known operas, with Riccardo Chailly conducting. This is the first time Chailly opens the season as principal conductor (he takes up his appointment as musical director in 2017). Chailly revealed recently in an interview with Corriere della Sera that the opera will be performed with the French national heroine burning at the stake instead of her dying in battle as in the original. Asked why he is opening the season with this complex and difficult work Chailly replied that it is indispensable for an understanding of much of Verdi's subsequent operas, whether Aida, Rigoletto, Forza del Destino or Ballo in Maschera. Anna Netrebko will be singing the part of Joan of Arc with Francesco Meli and Carlos Alvarez in this new production by Moshe Leiser and Patrice Caurier. Teatro alla Scala, Via Filodrammatici, www.teatroallascala.org.

Opera Notes

By Paolo Di Nicola

La Scala s’inaugurerà con Giovanna d’Arco di Giuseppe Verdi come vuole la tradizione il 7 dicembre, il giorno della festa di Sant’Ambrogio il patrono di Milano. Seguiranno sette repliche dal 10 dicembre al 2 gennaio. I personaggi principali saranno sostenuti da Anna Netrebko e Francesco Meli (che hanno già cantato insieme l’opera in forma di concerto al Festival di Salisburgo 2013) e da Carlos Álvarez. Sul podio Riccardo Chailly, il Direttore Principale della Scala, che mostra di amare molto Giovanna d’Arco: l’ha già proposta nel 1989 a Bologna con la regia di Werner Herzog. L’allestimento scaligero porterà la firma del duo Moshe Leiser e Patrice Caurier, attivo soprattutto all’estero: sarà il racconto, come un sogno o come un deliro, della vita di una ragazza che cerca la gloria e si crede Giovanna d’Arco. L’opera verdiana è tratta dal dramma La pulzella di Orleans di Friedrich von Schiller e si discosta molto dalla verità storica: ad esempio la protagonista s’innamora del re di Francia e non muore sul rogo. Giovanna d’Arco fu data la prima volta il 15 febbraio 1845 proprio alla Scala. Ottenne un buon successo ma poi lentamente nel tempo ha perso il consenso del pubblico, diventando un’opera di Verdi tra le meno seguite. Senza essere un capolavoro, presenta tuttavia pagine assai pregevoli: “O fatidica foresta” la romanza di Giovanna, i due duetti tra lei e il re di Francia, il finale del secondo atto e la conclusione dell’opera: la morte estatica della protagonista. A Giovanna d’Arco sono legati forti dissapori tra Verdi e l’impresario Merelli (che aveva tentato di vendere segretamente lo spartito dell’opera all’editore Ricordi) per cui il compositore decise di non rappresentare mai più un suo lavoro in prima assoluta alla Scala. La pace fu ristabilita soltanto quarantadue anni più tardi: con Otello nel 1887. E Arturo Toscanini suonava come violoncellista nell’orchestra.

General Info

Address Teatro alla Scala, Via Filodrammatici 2

View on Map

Verdi's Giovanna d'Arco opens La Scala season

Teatro alla Scala, Via Filodrammatici 2