Aida at La Scala

8 May-3 June. Verdi's opera, conducted by Daniel Oren, celebrates the 95th birthday of Franco Zeffirelli with his legendary 1963 production. Kassimira Stoyanova sings the part of Aida, her third Verdi role at La Scala. Fabio Sartori and Marcelo Alvares alternate in the role of Radamės. Teatro alla Scala, Via Filodrammatici 2, www.teatroallascala.org.

 

Opera Notes by Paolo Di Nicola

Il Teatro alla Scala di Milano propone Aida di Giuseppe Verdi (8/5 - 3/6) in uno storico allestimento del 1963 con le scene e i costumi di Lila De Nobili, leggendaria pittrice del Novecento, e la regia d’un Franco Zeffirelli allora alle soglie della maturità.

Uno spettacolo che proponeva un Egitto favolistico ed esotico come era immaginato nel Secondo Impero, all’epoca della composizione di Aida. Oggi tutto questo è ripreso e riproposto dal regista Marco Gandini, come omaggio a Franco Zeffirelli che il 12 febbraio 2018 ha compiuto 95 anni.

Aida sarà interpretata da Krassimira Stoyanova, che affronta il suo terzo ruolo verdiano alla Scala dopo quelli di Amelia del Simon Boccanegra (2016 e 2018) e di Elisabetta di Valois del Don Carlo (2017).

Amneris, la rivale in amore di Aida, sarà cantata da Violeta Urmana, che torna alle originali parti da mezzosoprano e dopo essere stata la protagonista dell’Aida che inaugurò la Stagione 2006/2007 della Scala sotto la direzione di Riccardo Chailly. 

La parte dell’eroe amato dalle due donne insieme, Radames, sarà sostenuta da Fabio Sartori. George Gagnidze sarà Amonasro, il re degli etiopi che vuole liberare la figlia Aida e il proprio popolo dal gioco egizio, e Vitalij Kowaljow vestirà gli abiti di Ramfis, il gran sacerdote causa della morte di Radames e di Aida. Sul podio ci sarà Daniel Oren, collaudato interprete verdiano.

Aida ebbe la sua première al Cairo il 24 dicembre 1871, alla quale però Verdi non fu presente. Preparò invece con grande cura la prima italiana dell’opera, che fu data alla Scala di Milano sei settimane più tardi: l’8 febbraio 1872. Per l’occasione Verdi scrisse una sinfonia, che poi non utilizzò lasciando il bellissimo preludio della prima egiziana, e compose l’aria “O cieli azzurri” di Aida (che fu interpretata da Teresa Stolz, una delle cantanti più ammirate e apprezzate dal musicista) affermandosi da subito come uno dei pezzi più suggestivi e nostalgici della partitura.

 

General Info

Address Via Filodrammatici, 2, 20121 Milano MI, Italy

View on Map

Aida at La Scala

Via Filodrammatici, 2, 20121 Milano MI, Italy